mercoledì 21 agosto 2013

Il Premio "Città di Pentone"

Il nostro Paesello al centro del mondo: ecco l'ambizione massima di chi ama la propria gente e il proprio territorio. Per fare questo  basterebbero poche ma significative iniziative e soprattutto una grande umiltà che di questi tempi però sembra latitare a certe latitudini. A cosa mi riferisco? Semplice, all'anteprima del famoso Festival "Mino Reitano"! In quell'occasione, con grande senso di scena, sono state premiate delle eccellenze nostrane che a vario titolo hanno fatto parlare di se e dunque si sono messe in luce piacevolmente. Tutto naturalmente meritorio ed in particolare importante perchè chi emerge deve essere apprezzato per quanto fatto. Quando si tratta poi di giovani meglio ancora perchè necessitano di tutti gli stimoli per proseguire nelle loro eccellenze. Un grande plauso dunque a loro, ma proprio perchè convinto che chi emerge deve essere apprezzato qualche domanda mi sorge spontanea...
L'allora amministrazione Riccelli e poi la prima amministrazione Mirenzi intrapresero e continuarono un progetto fatto di riconoscenza e merito: il Premio "Città di Pentone". Negli anni in cui ho fatto parte del Comitato esecutivo di questo premio abbiamo riconosciuto tante eccellenze pentonesi come Maria Tarantino, Mimmo Madia, il Vescovo Pullano, i professori De Laurenzi e Capilupi, solo per citarne alcuni. Poi d'un tratto un colpo di spugna cancellò tutta quell'esperienza senza una reale motivazione. Il proposito naturalmente con cui ci lasciammo, non senza polemiche, fu quello che altri avrebbero continuato il nostro lavoro in nome di un pomposo quanto insignificante "spoil sistem". Da allora più nulla salvo le premiazioni dell'altra sera! Mi chiedo allora a questo punto perchè le stesse premiazioni non sono state indicate quale ipotetica ripresa di quel premio? Eppure mi pare che i crismi per poterlo fare c'erano tutti!
Mi chiedo poi ancora se forse il Premio "Città di Pentone" fu interrotto perchè non c'era spazio per chi oggi da protagonista riconosce delle eccellenze come noi già facevamo?
Mi chiedo infine quale miglior occasione per riconoscere  di aver fatto delle valutazioni sbagliate e ripristinare in toto il Premio "Città di Pentone"? 
Ecco poche cose, ma soprattutto la capacità di vedere oltre il proprio naso!