mercoledì 9 maggio 2012

La Cardamone a Pentone

PENTONE 9 MAGGIO- “Coinvolgere democraticamente donne e giovani per una politica etica del dare agli altri”- questo il senso delle parole di Anna Maria Cardamone, sindaco di Decollatura, che del “Pd e le donne”, convegno organizzato dal locale circolo del Partito Democratico, è stata l’indiscussa protagonista. Un intervento il suo che è stato un po’ il ripercorrere la sua esperienza di sindaco e di politico impegnato che ha fatto dell’essere donna un riferimento essenziale.

Le numerose domande del pubblico nonché gli spunti proposti dagli organizzatori, non hanno fatto altro che dare l’opportunità a quest’amministratore sensibile e presente di esprimere in libertà i propri pensieri tanto coinvolgenti quanto reali. Anna Maria Cardamone ha raccontato la sua vita che da qualche tempo è cambiata completamente e che oggi la pone in prima linea, spesso persino con delle scelte impopolari, ma ciò che conta per lei è fare il proprio dovere con la convinzione di agire in piena autonomia e senza dover badare a scheletri nell’armadio. A chi gli chiedeva cosa fosse l’etica in politica, lei rispondeva pacatamente che “l’etica è l’agire quotidiano” che dunque non ha definizioni e ricette, ma è qualcosa da costruire giorno per giorno con coerenza e voglia di fare; a chi le chiedeva di rivelare il segreto per coinvolgere i giovani, lei rispondeva “rendendoli protagonisti e responsabilizzandoli quali dirigenti del futuro.” Il pubblico presente non ha potuto fare altro che apprezzare anche quando sono state lette due lettere indirizzate a Tina Anselmi e a Nilde Jotti, quali modelli ideali di donne impegnate e di politiche coraggiose in tutte le loro scelte. Durante la serata non sono mancati i momenti della memoria con il ricordo di Peppino Impastato e di Aldo Moro, accomunati non solo dalla data di morte, ma oggi considerati a tutti gli effetti degli eroi della democrazia. Appunto democrazia è stato quindi il termine abusato un poco in tutti gli interventi perché se un filo conduttore c’è stato, lo si può indicare nella presenza democratica e complementare delle donne che deve diventare una necessità della politica attuale. Il Pd di Pentone del coordinatore Michelangelo Tarantino e dei due Vincenzo Marino, in questo momento rappresenta un partito presente e vigile rispetto alle tematiche del territorio, che non vuole più essere passivo e subordinato. Anna Maria Cardamone ha dato la scossa con la sua esperienza e la sua politica tutto cuore, al Pd locale non resta che riceverne il testimone.
Vincenzo Marino
 da http://www.infooggi.it/