sabato 14 aprile 2012

AFFERMAVO SE NON ORA QUANDO di Rosario Rubino

Aspettavo un articolo di vincenzo,  sul Tema   affrontato dall’amministrazione  tempo addietro  “ che non  partorisce “ , per dare un mio contributo.
Certo , che di quello che si è discusso  in municipio ,   sia giunto anche a tanti altri assenti  , ma  pur sempre  festosi   e presenti in massa sotto i palchi dei comizi elettorali ogni 5 anni , per abboccare come Tonni a tutto quello che si dice , e…. non siamo un popolo di Marinai   se pur   la presenza dei Marino sia  numerosa…..,Pensavo   che di quello che si  è parlato si dovesse dare  un tantino di maggiore trasparenza e comunicazione. Ma veniamo a Noi. 
In una giornata cominciata bene e finita ancora meglio,  con un consenso unanime sul  tema del giorno , fra gli ultimi intervenuti  non potevo  fare altro che  dire  la fatica frase  e  rafforzare le idee espresse in varie forme , contesti, e filosofie varie ,  esperienze personali  e quant’altro .
Tutti   sintonizzati  sulla stessa frequenza  o quasi , percorrere parallelamente  lo stesso   linguaggio  e una dialettica  del dialogo  piacevole  e gradevole nel constatare  che  tematiche che si  portano da anni nell’intimo  inconscio di tutta la popolazione  venissero  Liberamente espresse , contestate, criticate  e non di meno  offerta la Libera opinione e soluzione  del caso.
Si cercava  forse il consenso !   se si sarebbe andati al voto palese   su 50 partecipanti sicuramente  80 %  si sarebbe  espresso positivamente su gli emendamenti .
Dite voi  emendamenti ebbene si 
Si perché in quella aula  ricca delle varie espressioni attive  del paese,   per  rendere il paese più ricco  e  vivibile  cosa si chiedeva?
  1. Creare una area No limit al pallone  nell’area del monumento.
  2. Creare  delle aree di manovra   a tolleranza zero  contro i trasgressori.
    • Via giardino
    • Piazza Alice
    • Pozzo
    • Madonna delle grazie ,piazza di sotto
    • Scuole elementari
    • Senso alternato c.so del popolo  regolamentato da semaforo sia il primo tatto che il secondo direzione  cimitero.
    • Area di  manovra zona deposito comunale.
    • Piazza di  sopra
    • Mergoli
    • Piazzale della musica
  1. Rispettare  degli orari nella raccolta rifiuti . es. deposito della mondezza  nelle ore serali   nei cassonetti e   la raccolta porta a  porta  senza il deposito a terra ma  direttamente  nel  furgoncino.
  1. Spostare  l’insegna  Piazzale della musica  , io propongo l’anfiteatro sotto il monumento.
  2. Regolamentare  le aree di posteggio in maniera adeguata. E la ricerca di soluzioni per nuove aree, Io suggerisco ,
    • rifare le strisce  nel posteggio di via giardino,
    • completare  quelle di via de Laurenzi
    • crearne almeno tre a pagamento  1 euro ad ora  nei pressi del monumento per quelli che non ne possono fare a meno.
    • ripristinare il divieto  in via giardino .
    • creare  all’ingresso e in uscita del paese lato   aree di soste per mezzi > 35 ql   e negarle  nelle arre interne .
    • Far rispettare  le aree  riservate ai portatori di handicap .Con una bella insegna “ <VUOI IL MIO POSTO  PRENDITI IL MIO HADICAP “
    • lasciare il lato sx   di via de Laurenzi   sempre Libero 7 – 22  con rimozione forzata
    • Creare  una  video sorveglianza in  ingresso e in uscita del paese wireless,  per la sicurezza totale dei  cittadini  & mezzi.
    • Tolleranza zero in Via Nazionale a S.Elia
    • Cosi come  vengono posteggiate auto in via  S. Giuseppe si potrebbero creare  almeno altri 10 posteggi  in ingresso al paese  cosi come    alla Timpa , via aldo moro .
    • Predisporre un esproprio   di fronte la casa di Don Paolo  per creare una altra area di posteggio   cosi come  all’imbocco di via San Giuseppe .  penso che con altri 40 /50 posti auto   il  problema Parcheggio  sarà parzialmente   risolto.
Un mio libero pensiero  sarebbe  quello di predisporre delle corse  con il mini bus  dalla case popolari  , che scende per  c.so de Laurenzi arrivi a  S. Elia e faccia ritorno come circolare alle case popolari  in fasce di orai , la mattina  07.00/  09.00  / 11,00 / 12,00  / 16,00 / 18,00  / 20,00
Consentendo anche  di prendere  autobus locali di Catanzaro e collegare  S. Elia  a Pentone .
con quali soldi ?  con quelli che vi entrano  dall’Imu  e dai numerosi aumenti erariali  lasciando da parte  investimenti per feste e  accessori al momento non necessari .
  1. Regolamentazione  della detenzione e cura dei Cani.
  2. Riqualificazione  della asilo nido
  3. Io avrei aggiunto un bel Benvenuto  nei pressi del Santuario creando Una aiuola di verde  , nonché riattivare concorsi come  il balcone fiorito  o  dare in adozione  della popolazione  della arre  nei vari rioni  i quali possano  competere  per bellezza e salubrità.
Spero  di non aver dimenticato e di non aver  fatto della  filosofia, Io  il giorno dopo avrei  convocato la giunta e avrei  emanato senza  pensarci su sopra  .
E fiducioso  che questa amministrazione  non attenda i Comizi ,  perché come dice bene Enzo Marino vi sono almeno 6   Nuovi  aspiranti Sindaci con   numerosi programmi  e tante Parole, parole , parole…….
E a questa amministrazione  che  ha certamente  interpretato al meglio il consenso popolare mi rivolgo   perché  di lagnanze ve ne sono molte  e per questo  Mi rivolgo a Loro  nella speranza   di avere una  GRANDE SODISFAZIONE  E DIRLO POI A TUTTI.
If you to complain, please contact us; if yuo are happy spread, it around”.
Continuando, dunque, la nostra disamina per la gestione di   questi numerosi reclami , possiamo dire, senza tema di essere smentiti, che gli argomenti sono  molto importanti e richiedono una grande esperienza per una giusta gestione.
Un reclamo, come detto, può diventare un mezzo per fidelizzare il POPOLO se vengono usate tattiche vincenti. Tra le molte, ne evinco tre: ascoltare il  POPOLI e dare importanza a quello che dice, risolvere il problema e, se è possibile, fare qualcosa di più (up grading). Naturalmente il comportamento deve essere asservito. Come dice una metafora inglese: “Un POPOLO arrabbiato è come un palloncino, devi farlo sgonfiare da solo. Se lo pungi, scoppia”.
IL POPOLO , può lamentarsi perché le cose non funzionano,e cosi via. In questi casi, se avete la possibilità, operate  immediatamente . Se, però, siete in dificoltà  occorre il dialogo piuttosto che lasciar   covare  dentro di lui un pericoloso scontento. Mentre se si sa gestire queste situazioni con estrema professionalità il POPOLO apprezzerà il vostro interessamento e vi concederà più facilmente una seconda opportunità.
Concludo dicendo  se non ora quando .
Con afetto Rubino rosario