venerdì 20 aprile 2012

Spazio all'assessore

Questo il commento dell'assessore Francesco Citriniti al mio articolo "Il necessario commento",  a cui  ho deciso di dare il giusto spazio perchè rappresenta una prova di dialogo possibile e necessario aperto a tutti. A lui e all'amministrazione si chiede infatti la condivisione di idee e la soluzione dei problemi. Spaziokultura è sempre disponibile al dialogo e al confronto dialettico con chi ha a cuore la crescita del nostro paese. Ben vengano questi interventi che siano sempre di più scambio di opinione e informazione.

Caro vincenzo ho letto con attenzione il tuo post e devo dirlo che l'ho apprezzato, come ho apprezzato il tuo intervento durante l'incontro tenutosi in Comune,perchè anche tu come me, pensi che non basta un'amministrazione che si adopera, se i cittadini non collaborano con chi cerca di migliorare la qualità di vita della collettività.Questo era il senso di quell'incontro, cioè tentare di condividere alcune scelte che,come anche su sottolinei, possono apparire impopolari ma che in realta sono un vantaggio per tutti. Credo che questa è la strada che dobbiamo percorrere se davvero vogliamo bene al nostro paesello, anche perchè in futuro saremo chiamati a prendere decisioni che necessariamente devono essere condivise. Detto questo devo dire che non condivido la conclusione del tuo intervento poichè come tu sai l'amministrazione comunale ha portato proposte concrete all'incontro, che sono state anche condivise dai convenuti:
-progetto adotta un'aiuola,già approvato dalla giunta nella seduta di ieri;
-divieto di posizionare la spazzatura per terra,stiamo organizzando il servizio con la ditta;
-rimozione dal suolo pubblico di vasi privati e altro materiale;
-sanzioni per deiezioni cani
-divieti di sosta etc.
Mi pare che le idee c'erano e sono state esposte in modo abbastanza chiaro.
Non volevo essere polemico giusto fare chiarezza su problematiche particolarmente sentite dai nostri concitadini.
Ti rinrazio anticipatamente per la pubblicazione

giovedì 19 aprile 2012

SELLIA RACCONTA.: A Polistena il sindaco Tripodi abbatte l' Imu, cir...

SELLIA RACCONTA.: A Polistena il sindaco Tripodi abbatte l' Imu, cir...: Panoramica di Polistena Michele Tripodi Sarà applicata al minimo l’Imu sulla prima casa a Polistena in Calabria. A darne not...

lunedì 16 aprile 2012

Il Necessario Commento

Ieri ho pubblicato il pezzo di Rosario Rubino in merito all'incontro promosso dall'amministrazione di Pentone sugli spazi pubblici, oggi  mi si chiede di commentare quanto venuto fuori in quella circostanza. Intanto mi sembra di essermi già espresso quella sera, prima di tutto complimentandomi con l'amministrazione che aveva scelto di confrontarsi con i cittadini rispetto ad un problema comunque rilevante perchè da soli si fa poco, mentre la collaborazione e la condivisione possono rendere tutti partecipi di scelte che potrebbero risultare anche antipatiche; poi mi sembra che i problemi oggetto di discussione come i parcheggi, la spazzatura, sono quelli che da sempre affliggono il nostro paese e che avrebbero quindi bisogno di soluzioni più che di parole! Tutti infatti credo che siamo d'accordo sulla chiusura al traffico di alcune vie, e tutti siamo convinti che in certe zone non si dovrebbe parcheggiare a prescindere, ma ciò che serve sono soprattutto delle soluzioni concrete. E' vero persino che i bambini, come affermato da qualcuno, non dovrebbero giocare in certi luoghi, ma è vero altrettanto che mancano gli spazi adatti a tirare quattro calci ad un pallone! Insomma se da una parte l'elenco dei problemi ci vede tutti d'accordo, dall'altra i ruoli sono diversi e vanno comunque rispettati. 
C'è un'amministrazione a cui è deputato il compito di trovare soluzioni, spesso pure controcorrente, per rendere maggiormente vivibile il nostro paese, ma c'è anche un popolo di pentonesi che deve fare la propria parte responsabilmente. Non è più tempo di prendersela sempre con gli altri quando ognuno di noi potrebbe fare tanto invece di criticare e basta. 
Quella sera quindi mi sarei aspettato che l'amministrazione avesse già le idee chiare sul da farsi e allo stesso tempo che i cittadini fossero fin da subito pronti a mettersi in gioco. La strada intrapresa però può essere percorsa insieme e c'è tutta la voglia di farlo!