giovedì 1 marzo 2012

Riflettere su ciò che è stato

"Pd tra tradiizone e rinnovamento": l'incontro che il Pd di Pentone ha organizzato e realizzato lunedì scorso ha detto tante cose e tante altre le ha lasciate in sospeso in attesa di definizione. Alla vigilia forse nessuno si sarebbe aspettato che il livello della discussione e le argomentazioni potessero essere tali, ma la realtà ha appunto superato di gran lunga la legittima aspettativa.
Cosa possiamo dire oggi?
 Intanto ringraziare gli ospiti e tutti i presenti perchè la buona riuscita di una manifestazione dipende più che altro da chi la arricchisce con i propri interventi e con i propri contributi. Ringraziare quindi perchè si è sempre in debito con chi contribuisce, poi riflettere: ecco il vero input lanciato.
Riflettere su ciò che si è detto e su ciò che si poteva dire; riflettere e fare una doverosa autocritica nella speranza di fare sempre meglio; riflettere su certe osservazioni e capirne il senso.
Naturalmente a riflettere dobbiamo prima di tutto essere noi come Partito Democratico di Pentone che abbiamo il dovere di guardare con ottimismo al futuro programmando con costanza e con serietà. Delle tracce da seguire sono state dettate e pare pure che siano abbastanza condivise:
1- promuovere nuove iniziative che coinvolgano sempre di più;
2- discutere e confrontarsi con quanti siano disponibili a farlo;
3- celebrare il Congresso di Circolo e rispettare tutte le scadenze elettorali mediante la messa in campo delle Primarie, che abbiano regole certe e che siano populiste;
4- dare vita ad un coordinamento interzonale dove possano incontrarsi le esigenze di un territorio, la Presila, spesso dimenticato;
Ci sarà sempre la possibilità di dare il proprio contributo e di dire la propria da parte di chiunque senza pregiudizi o problemi di sorte.
Il nostro progetto è quello di intraprendere un percorso comune e condiviso che crei un mix  generazionale fatto di passione e competenza. Sicuramente subiremo critiche e attacchi, ma forse avremo anche qualche consenso: ciò che conta è lavorare per il bene e la crescita del nostro paese e  per questo siamo aperti e disponibili