lunedì 8 ottobre 2012

Deponiamo le armi

Finalmente domenica potremmo dire... giornata di riposo e di noia... di pranzi in famiglia e... manifesti pubblici di botta e risposta!!!
Gigantografia plastificata per il sindaco, manifesto per "Guardiamo oltre": anche in questo strategie differenti che suggeriscono tanto. Cominciamo dagli aspetti positivi: nel nostro paese si respira un'aria briosa politicamente parlando con tante persone interessate a dire ciò che pensano e a contestare questo o quello sulla base di idee vere o presunte; ci sono gruppi che si stanno organizzando per le prossime scadenze elettorali legittimamente pensando di poter essere alternative politiche dopo dieci anni di amministrazione Mirenzi; c'è ancora un sindaco che nonostante siano in atto talune dinamiche continua a gestire la cosa pubblico da par suo, come ha fatto per queste due legislature.
Ci sono poi anche gli aspetti negativi: innanzitutto la contrapposizione esagerata che si sta creando tra i possibili avversari politici; la contrarietà altrettanto esagerata che si continua a dimostrare nei confronti dell'amministrazione o da parte della stessa amministrazione nei confronti di alcuni competitor; la poca politica del confronto che si sta praticando; il mai incessante personalismo.
Cosa dire insomma? Nel nostro paesello di questi tempi c'è un gran da fare, ma io mi mi chiedo se queste sono strade opportune da seguire. Credo che la via sia invece quella della politica costruttiva che guardi con lungimiranza al futuro e non rientri più sulle basse beghe che hanno sempre e solo fatto danni. Credo in un dialogo aperto a tutte le componenti politiche, ma che sia onesto intellettualmente e che sia regolato dal reciproco rispetto. La strada insomma per me è solo quello della politica vera e sana. Cerchiamo insomma di praticare scelte che non creino ancor di più scontri perchè ne abbiamo avuti già troppi!