mercoledì 26 dicembre 2012

Spazzatura natalizia

In mezzo a tanto spirito natalizio e a tanto buonismo, a Pentone come nella maggior parte dei centri della provincia di Catanzaro, la situazione rifiuti è arrivata proprio al limite. Non è il momento di cercare i colpevoli o di individuare le cause, piuttosto invece di riflettere sulle possbili soluzioni.C'è tuttavia un quesito che credo in molti si staranno ponendo: si poteva fare qualcosa? Ma ragioniamo per ordine. Intanto i problemi relativi alle discariche sono tristemente noti e non sono imputabili quindi ai vari comuni che invece sono delle vittime di questo sistema. E' da tempo che si auspicano soluzioni nuove ad un problema vecchio e che viene denunciato da più parti. Basta farsi un giro nel nostro paese e veder dovunque cumuli di spazzatura indecorosi; lo stesso vale se andiamo a Catanzaro, ma non è dappertutto così, il che mi fa pensare che qualche soluzione, sebbene temporanea, è stata adottata. Sembrerebbe inoltre che a partire dal 27 il conferimento di rifiuti dovrebbe riprendere e quindi si potrebbe tornare ad una situazione di quasi normalità, ma proprio quì un altro quesito lo voglio porre: in un paese come il nostro non sarebbe il caso di trovare delle soluzioni in alternativa?
Le soluzioni dunque: per evitare quei fastidiosi e puzzolenti cumuli non si potevano utilizzare i vecchi cassonetti fin quando poi non si fosse ripreso il conferimento? Almeno in questo modo le strade non sarebbero apparse proprio sotto Natale così ridondanti di spazzatura!!!!
Le soluzioni in alternativa: intanto la sempre valida raccolta differenziata ( nei centri in cui si differenzia i cumuli sicuramente non sono stati quelli visti nei centri dove si ignora la differenziazione); individuare delle isole ecolgiche, peraltro finanziate anche dalla regione, per il conferimeno di rifiuti in alternativa alle discariche.
Beh probabilmente chi amministra tocca più con mano i problemi di chi invece propone soluzioni, ma uno iato di intenti può essere sempre legittimo.